eva-espo

“Per sfuggire al mondo non c’è niente di più sicuro dell’arte e niente è meglio dell’arte per tenersi in contatto con il mondo”.

Johann Wolfgang von Goethe

      

 

Eva Antonini nasce a Rapperswil (Svizzera), luogo d’infanzia e di adolescenza. Fin da bambina si denota in Eva una naturale predisposizione a plasmare la creta, materia che più tardi avrà la sua predilezione nella creazione di sculture di medio e grande formato.
       Dal 1981 al 1985 vive a Ginevra, dove muove i primi passi nel mondo del lavoro, seguendo la sua varia e complessa formazione: gli studi linguistici; il canto, la musica e la danza; un orizzonte di viaggi (soggiorni in Inghilterra, Italia e Stati Uniti con tappe nel Medio ed Estremo Oriente).
       Nel 1985 si trasferisce nel Canton Ticino con l’intento di approfondire le sue conoscenze linguistiche, in particolare dell’italiano e dell’inglese.
       Dal 2002 entra definitivamente nella passione e nella scelta della vita artistica.
Nel suo percorso acquisisce nozioni fondamentali nei materiali quali la creta, il gesso, l’alabastro e il marmo. Insieme a corsi di specializzazione  frequenta gli atelier di maestri scultori quali Oreste e Antonio Quattrini, Giorgio Eros Morandini, Giovanni Cimatti.
       Nel 2003 partecipa alle prime esposizioni collettive e nel 2005 ottiene un premio per la scultura dalla Biennale Internazionale di Arte Contemporanea di Firenze.
       Nel 2006 riceve il suo primo incarico per la creazione di una scultura in bronzo destinata ad uno spazio all’aperto.
       Nel 2010 e 2012, alcune delle sue opere vengono selezionate per l’esposizione al Carrousel du Louvre, a cui fa capo la Società Nazionale di Belle Arti di Parigi.
Il suo curriculum espositivo spazia dalla Svizzera all’Italia,  alla Francia e agli USA.